Go to Top

Che cosa è il Management per eccezioni?

Il Management per eccezioni è un ottimo strumento di Management, da utilizzare tutte le volte che se ne presenta l’occasione. Il tuo obiettivo di Manager è quello di liberare quel 50% di performance che i tuoi dipendenti non riescono ancora a darti?… Bene lo puoi raggiungere inducendo i tuoi collaboratori a dare il massimo perché lo vogliono e non perché lo devono fare. Bisogna sempre tenere presente che se uno non vuole fare una cosa,  non si può motivarlo dall’esterno. Quello che si può fare a creare un ambiente in grado di stimolarlo a sviluppare la motivazione interna che lo spingere a dare di più e a fare il suo meglio.

Il Management per eccezioni è uno strumento che aumenta tantissimo la motivazione perché aumenta i livelli di autostima e di competenze di una persona e ti consente di fare molto più lavoro e di moltiplicare le tue competenze personali e i tuoi talenti manageriali. Quando si usa?…Si utilizza quando si affida espressamente un intero incarico ad una persona. Con essa si discutono e concordano i compiti da svolgere, i risultati che si vogliono ottenere, il parametri di misurazione degli obiettivi prefissati ed i tempi di esecuzione. Se necessario, si fissa una data per verificare i progressi compiuti, ma si lascia il collaboratore libero di agire, ad eccezione di un eventualmente intoppo imprevisto o scostamento di quanto stabilito e prefissato. Il collaboratore deve solo segnalare le eventuali problematiche in corso di opera rispetto al piano d’azione stabilito. Se tutto a secondo le previsioni, ed il lavoro precede bene in linea con il programma, il collaboratore non devo più neppure coinvolgere il Manager/ capo.

Un esempio, per meglio chiarire la situazione può essere quello di immaginare che in una organizzazione il Sales Manager abbia concordato con un suo collaboratore di vendere 20 pezzi alla settimana, il venditore dovrebbe interpellarti solo nel caso in cui le vendite settimanali dovessero scendere sotto il livello che loro stessi hanno pattuito. Fino a quel momento il collaboratore ha piena autonomia.

Nel Management per eccezioni, ogni tanto il Manager può intervenire solo per capire come stanno andando le cose, ma non deve farsi prendere dalla tentazione di intervenire. Più libertà e responsabilità si da ai collaboratori, più diventeranno sicuri e motivati.

Anche questo metodologia di Management, può farti risparmiare tempo e potrai così dedicarti ad altri compiti.  Un Manager eccellente è colui che crea in continuazione le condizioni che fanno sentire i collaboratori autonomi e in grado di svolgere il loro lavoro, solo con una piccola supervisione, perché solo così possono sentirsi vincenti.

Per dare il meglio di se stessi i lavoratori devono soddisfare due bisogni primari. Il primo è il bisogno di autonomia, cioè essere considerati e rispettati come individui e di distinguersi per le loro performance. E’ il bisogno di essere apprezzati per il contributo personale, di sentirsi in qualche modo speciali. Il secondo è il bisogni di dipendenza. Le persone vogliono appartenere a qualcosa di più grande, appartenere ad un team. Abraham Maslow, famoso per la teoria della gerarchizzazione dei bisogno, lo chiamava “bisogno di affiliazione”, cioè il bisogno di essere accettati ed integrati in un gruppo di lavoro.

I sistemi premianti delle organizzazioni eccellenti sono progettati in modo da ricompensare non solo la performance individuale, ma anche la performance di team, e quindi soddisfare quel bisogno di autonomia che li porterà a dare il massimo nel lavoro.

, , , , , ,

About Elisabetta Grandi

Co-fondatatrice di Soluzioni per Aziende propone il business coach come soluzione per affrontare le criticità in azienda, nel passaggio generazionale nelle medie e grandi imprese nei suoi aspetti organizzativi, gestionali, finanziari e psicologico-relazionali, diventando cosi per l’azienda un occasione di crescita e di sviluppo.